Tradurre la ricerca in salute

Informazioni sul Progetto

Come partecipare

Dal 25 ottobre 2016 è possibile proporre progetti di ricerca nell'ambito strategico previsto dal Registro Italiano di Sclerosi Multipla.
Accedi per ulteriori informazioni.

Registro Italiano Sclerosi Multipla: Il Progetto

I registri di patologia sono sistemi attivi di raccolta sistematica di dati anagrafici, clinici e sanitari e hanno lo scopo di registrare e caratterizzare tutti i casi di una particolare malattia o di una condizione di salute rilevante in una popolazione definita.
La sclerosi multipla registra circa 2000 nuovi casi ogni anno, nella maggioranza diagnosticati tra i 20 e i 40 anni con un approccio terapeutico e assistenziale multidisciplinare che ancora non è finalizzato alla guarigione della persona colpita da sclerosi multipla.
In Italia sono già presenti esperienze di reti collaborative di centri per la diagnosi e la cura della sclerosi multipla e, sulla base di una serie di significative esperienze, si propone un progetto di ricerca volto a sviluppare il "Registro Italiano Sclerosi Multipla".

Il progetto è promosso dalla Fondazione Italiana Sclerosi Multipla - FISM Onlus e Università degli Studi Aldo Moro di Bari, Dipartimento Scienze Mediche di Base, Neuroscienze ed Organi di Senso che hanno allo scopo costituito la specifica "Unità di Ricerca FISM-UNIBA" ed è sostenuto dalla Fondazione Italiana Sclerosi Multipla - FISM Onlus.

Il progetto prevede la collaborazione di più di cento centri sclerosi multipla e si propone di:

Trattandosi di studio prospettico per valutazioni a lungo termine, si prevede una durata non inferiore ai 10 anni.

Ogni centro partecipante attraverso una cartella clinica elettronica o altro sistema di raccolta dati si farà carico della raccolta di un set minimo dati dei soggetti afferenti al centro. Per ogni soggetto che darà il proprio consenso allo studio verranno raccolte le informazioni del set minimo di dati e le stesse verranno periodicamente aggiornate in accordo al percorso di follow-up del soggetto stesso. Tutti i dati dei pazienti parteciperanno saranno anonimizzati e criptati in fase di trasferimento dei dati al server centrale, una struttura tecnico operativa in capo all’IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano che ha funzioni di coordinamento delle attività del progetto.

FISM e UNIBA nella costituita Unità di Ricerca sono titolari dei dati si impegnano a condividerli con i centri partecipanti e a pubblicare i risultati in modo da dare piena e tempestiva informazione alla comunità scientifica e alle persone con sclerosi multipla.

Lo studio è finanziato dalla Fondazione Italiana Sclerosi Multipla – Organizzazione non lucrativa di utilità sociale. La Fondazione e l’Università degli Studi Aldo Moro di Bari, Dipartimento Scienze Mediche di Base, Neuroscienze ed Organi di Senso (Unità di Ricerca FISM-UNIBA), quali promotori del Registro Italiano Sclerosi Multipla hanno stipulato specifica convenzione con IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche "Mario Negri" per la gestione e lo sviluppo del database e delle relative applicazioni per la creazione del Registro Italiano Sclerosi Multipla.